Home Ecologia Cambiamenti climatici, la causa principale è l’uomo

Cambiamenti climatici, la causa principale è l’uomo

493
CONDIVIDI

Il tempo cambia e non è una buona notizia. Anno dopo anno le condizione atmosferiche stanno cambiando il clima mondiale. I Cambiamenti climatici hanno innescato una serie di cataclismi che avvengono sempre più di frequente. Il caldo inizia a maggio e termina a fine ottobre e nel restante dei mesi abbiamo picchi di basse temperature. In molte zone il clima che una volta era mite sta diventando tropicale. Nell’ultimo rapporto scientifico prodotto da agenzie federali USA,  rivelano situazioni agghiaccianti. Negli ultimi 15 anni le temperature medie globali sono aumentate di 1 grado Celsius (1,8 gradi Fahrenheit) con effetti devastanti. Il tema ricorrente sui cambiamenti climatici sono stati tramandati di Presidente in Presidente ad eccezione dell’attuale.

Trump il 1 giugno ha dichiarato di voler far uscire gli USA dall’accordo di Parigi sul clima e rilanciare il carbone come fonte d’energia principale. Queste dichiarazioni oltre ad aver fatto discutere, mettevano a rischio tutto il lavoro fatto dai predecessori. Si temeva anche che potesse non firmare i rapporti scientifici a supporto delle cause dei cambiamenti climatici che con un pò di stupore le ha firmate. Il rapporto scientifico conferma che l’uomo è la causa principale dell’inquinamento globale.

La priorità per tutelare l’ambiente in questo momento e mettere un freno all’inquinamento prodotto dall’uomo. Ogni volta che uragani, tzunami, terremoti e altri eventi naturali si verificano, molte persone muoiono, altre perdono immobili. E’ un ciclo senza fine, se nessuno fa niente. L’Antartide gioca un ruolo fondamentale all’innalzamento delle acque. Con l’aumento di emissioni dei gas serra e l’incremento delle temperature non potrà che peggiorare lo stato dei ghiacciai ed il relativo aumento del livello dei mari. In queste situazioni c’è la probabilità di un innalzamento del livello del mare fra i 30 centimetri e superare 1 metro entro il 2100.

Il cambiamento climatico è dovuto all’uomo e per questo motivo tocca all’uomo porvi rimedio.