Home Ecologia La Raggi vuole concedere proroghe agli autodemolitori in violazione direttiva Ue

La Raggi vuole concedere proroghe agli autodemolitori in violazione direttiva Ue

491
CONDIVIDI

“La giunta Raggi vuole concedere ulteriori proroghe agli autodemolitori”. Lo denuncia Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi del Movimento Animalista, presieduto dall’on. Michela Vittoria Brambilla. “La loro presenza – prosegue – nei parchi e nelle aree protette è fuori legge, in virtù dei vincoli paesaggistici ed archeologici e della destinazione d’uso a verde pubblico dell’area, nonché della Direttiva europea 2000/53/CE, che prevede la delocalizzazione dei centri di autodemolizione e rottamazione in aree industriali apposite. Invitiamo il Dipartimento Ambiente di Roma Capitale a rispettare le leggi vigenti e i vincoli presenti sul PAC”. Conclude la nota Sidoli: “Queste attività industriali vanno trasferite urgentemente perché rappresentano un pericolo per la salute dei cittadini che troppe volte sono stati costretti a respirare fumi tossici per mancato rispetto della normativa antincendio. C’è poi la grave ricaduta ambientale che è l’inquinamento delle falde acquifere come è accaduto alla fonte San Paolo, dove la captazione è sospesa dal 2015”.