Home Cronaca Caso Fedez: Martani, la Procura difende il diritto di critica

Caso Fedez: Martani, la Procura difende il diritto di critica

453
CONDIVIDI
Ferragni, Fedez e Martani
Ferragni, Fedez e Martani

(ultimenotizie) – Roma, 24 ottobre 2019 – “Se bastasse scambiarsi un epiteto per arrivare a una sentenza, altro che accumulo di cause: i Tribunali dovrebbero restare aperti 24 ore al giorno per ogni giorno dell’anno, e neppure basterebbe”. Così Daniela Martani commenta la notizia della richiesta di archiviazione, emessa dalla Procura di Roma, in merito alla querela che Fedez aveva presentato contro l’ex pasionaria dell’Alitalia per aver definito i Ferragnez su Twitter “idioti palloni gonfiati”.

Il tweet dell’attivista animalista era arrivato dopo la contestata festa di compleanno di Fedez al supermercato City Life con lancio di cibo. Uno spreco senza fine, che e’ stato preso da molti come uno schiaffo alla poverta’.

“Il punto – spiega – e’ che occorre distinguere tra una polemica, anche aspra, ma lecita, in quanto ricompresa nel diritto di critica, o di satira, e l’attribuzione di un reato o comunque un insulto davvero pesante”. L’avvocato penalista Aldo Benato, esperto in informatica giuridica, nella stessa nota, concorda con la richiesta di archiviazione avanzata dal Pubblico Ministero, correttamente fondata sulla inidoneita’ delle espressioni usate dall’ex gieffina Daniela Martani a ledere la reputazione dei Ferragnez. “Le parole incriminate, infatti, esprimono chiaramente solo l’opinione personale della Martani, un legittimo esercizio del diritto di critica, sebbene connotato dai toni sempre vivaci che contraddistinguono i suoi commenti.

La stessa Cassazione – conclude l’avv. Benato – ha chiarito che non ogni espressione “forte e pungente” è idonea a configurare penale responsabilità, essendo richiesta un’obiettiva capacità offensiva della comunicazione. E’ necessario, in particolare, che i termini utilizzati od il concetto veicolato attraverso di essi siano oggettivamente idonei a ledere la reputazione del soggetto passivo. In questo caso la reputazione della coppia Fedez-Ferragni è saldamente ancorata a un’immagine pubblica forte, nota, costruita negli anni, che non può patire conseguenze dannose per effetto dell’opinione personale di una persona”.