Home Cronaca Chiude Parliamone Sabato, il programma di Paola Perego, hanno vinto l’ipocrisia e...

Chiude Parliamone Sabato, il programma di Paola Perego, hanno vinto l’ipocrisia e gli odiatori di professione.

510
CONDIVIDI

“Parliamone Sabato” il programma del sabato pomeriggio targato Rai Uno, condotto da Paola Perego, moglie del potente agente delle star e produttore di format tv Lucio Presta, è stato chiuso.

Così ha deciso il megadirettore galattico Campo Dall’Orto, dopo la bomba mediatica scoppiata in merito ad un servizio sui motivi per cui gli uomini preferiscono le donne dell’est. Casus belli una grafica, ripresa da un sito internet satirico, in cui erano elencate una serie di “qualità” palesemente sarcastiche delle signore in questione, rispetto alle italiane.

Parliamone sabato
Parliamone sabato

Ebbene per l’ennesima volta, una bufera nata in rete, ha avuto conseguenze gravi e decisamente sproporzionate nella vita reale, un provvedimento esagerato rispetto ad una vicenda dove l’ipocrisia la fa da padrona, dove le cose si possono fare ma mai dire, dove i politicanti di tutti gli schieramenti si sono misticamente uniti come mai avvenuto prima per questioni fondamentali del paese, nel condannare conduttrice ed autori del programma.

Adesso tireranno un bel sospiro di sollievo tutti coloro che ne hanno invocato la chiusura, saranno felici nel sapere che autori, tecnici, maestranze hanno perso il lavoro per una cretinata di proporzioni bibliche, rimediabilissima con un bel “scusate abbiamo esagerato”

Chissà quante risate si staranno facendo i vari Napalm 51, haters, webeti soddisfatti di essere riuscirti portare a casa il lavoro di faticose ed estenuanti giornate su internet, a cercare il capro espiatorio di una società totalmente allo sbando, accecata dall’odio verso il prossimo, incapace di focalizzare la propria attenzione sui reali colpevoli di una situazione diventata insostenibile sotto tutti i punti di vista: economica, lavorativa, sociale.

Ci auguriamo che la Rai, tanto solerte nel chiudere i battenti di un programma di intrattenimento pomeridiano, incominci a prendere seri provvedimenti anche contro chi invita figli dei mafiosi a pubblicizzare libri, politici che hanno regalato a questo paese un futuro senza speranza per i giovani, manager e amministratori delegati che hanno fatto fallire aziende, banchieri che hanno mandato sul lastrico migliaia di correntisti o più semplicemente, speriamo di vedere nei prossimi balletti dei programmi di Carlo Conti le ballerine col burqua, fosse mai si vedesse una coscia di troppo.

Ebbene si, possiamo dirlo, oggi l’Italia è un paese migliore senza Parliamo Sabato!