Home Cronaca Dopo il Lazio Pride a Ostia, aggredita una famiglia al grido “a...

Dopo il Lazio Pride a Ostia, aggredita una famiglia al grido “a morte tutti i froci”

341
CONDIVIDI

“Il Lazio Pride di sabato scorso dove hanno partecipato oltre 20 mila persone, ha visto anche alcune forme di aggressione. Ho ricevuto sulla mia pagina Facebook un messaggio di minacce con la foto di un cappio. Autore del messaggio è un profilo ora cancellato con il nome Italo Milani, probabilmente un profilo fake. Purtroppo alla fine del Pride di Ostia, due famiglia che avevano partecipato con la propria figlia lesbica di soli 15 anni, è stata avvicinata da un gruppo che la ha aggredita verbalmente gridando continue offese per diversi minuti e poi anche ‘viva i fasci, viva Mussolini, a morte tutti i froci!’. Ad assistere alla aggressione anche il figlio di un altra famiglia presente, di soli 10 anni che è rimasto spaventato e traumatizzato per diverse ore, ed ha pianto per diverse ore”. Così in una nota Fabrizio Marrazzo, Portavoce del Gay Center.

“Una bellissima giornata – prosegue Marrazzo – che ha visto oltre 20 mila persone per i diritti delle persone Lesbiche, Gay e Trans ad ostia, ci mostra quanto lavoro dobbiamo ancora fare per abbattere il pregiudizio e violenze. Personalmente procederò a fare denuncia, sperando che questa volta le forze dell’ordine risalgano all’autore. Inoltre, do la mia solidarietà e sostegno alla famiglia, che ha ricevuto la vile aggressione. Li incontrerò a breve per capire come sostenerli. Mi spiace molto per il piccolo che a soli 10 anni ha dovuto assistere ad una scena così brutta e mi auguro che tutte le forze politiche esprimano solidarietà alla famiglia. Ci sono purtroppo anche altri episodi di aggressioni verbali che ci sono stati riferiti e su cui cercheremo di fare chiarezza”. Conclude la nota Marrazzo: “Ostia ha dimostrato di essere contro le mafie e contro l’omofobia e questi episodi non ci fermeranno nella lotta per la parità dei diritti e con il Lazio Pride”.

La prima condanna politica arriva dal Partito Democratico. “Esprimo tutta la mia solidarietà umana e politica a Fabrizio Marrazzo per le minacce ricevute su Facebook e alle persone che sono state aggredite sabato scorso durante il Lazio Pride di Ostia”. Lo scrive in una nota Patrizia Prestipino, Deputata del Partito Democratico.
“Negli ultimi tempi – continua Prestipino – sembra aver preso piede un’epidemia di stupidità che ha colpito alcuni individui che avvertono l’irrefrenabile esigenza di sfogare tutte le proprie frustrazioni in questi modi beceri. Fa bene il Presidente Marrazzo, a cui va tutto il mio sostegno da tesserata Arcigay, a sporgere denuncia contro questi individui. E’ giunto il momento di agire e di denunciare questi individui. Non saranno certo i loro gesti vigliacchi a mettere in discussione i diritti conquistati in questi anni”.