Home Economia La ripresa prosegue, Confindustria: “ma ritornerà ai livelli pre-crisi nel 2021”

La ripresa prosegue, Confindustria: “ma ritornerà ai livelli pre-crisi nel 2021”

74
CONDIVIDI

Tira il fiato l’Italia il nostro prodotto interno lordo accelera ma per tornare ai livelli pre crisi bisognerà aspettare il 2021. A dirlo è il centro studi di Confindustria nel rapporto sugli scenari industriali. L’uscita dell’economia italiana dalla recessione del 2011 e 2013 – si legge – si è consolidata e quest’anno sta accelerando. Carlo Calenda, Ministro dello Sviluppo economico: “Abbiamo un paese che sta crescendo le spostare cominciato a investire ma che non ha la crisi dietro le spalle e a difronte sfide molto difficile non bisogna abbassare la guardia bisogna continuare a sopportare le imprese che investono e assumono”. Attenzione alla prossima campagna elettorale dice il titolare dello sviluppo economico che avverte se i programmi economici si fonderanno sulle distribuzioni a pioggia il paese sarà rischio e ai partiti si rivolge anche il presidente degli industriali “no a proposte brillanti senza individuare le risorse” per Vincenzo Boccia dobbiamo stare attenti a deficit e debito altrimenti alla fine del Quantitive Easing il paese si avvita. “È un momento delicato per il paese situazione economica positiva in termini indicati banco ora fragile dobbiamo stare attenti a non farlo smontare le riforme fatte e puntare sull’industria”. Sul fronte del credito alle imprese spiega il capo economista del centro studi Luca Paolazzi il livello resta molto basso al livello globale l’industria italiana si conferma al settimo posto nel mondo seconda in Europa dopo la Germania ma l’occupazione del manifatturiero tra l’autunno 2007-2015 è calata di quasi 800.000 unità.