Home Mondo Manifestazioni a Barcellona contro incarcerazione membri governo Catalano

Manifestazioni a Barcellona contro incarcerazione membri governo Catalano

91
CONDIVIDI

Guardare al futuro, un futuro che inizierà con le elezioni catalane del 21 dicembre. Il premier spagnolo Rajoy parla davanti al congresso, risponde alle domande dei deputati sulla crisi in Catalogna. Lancia un appello a una partecipazione massiccia per recuperare la normalità, la convivenza e la ripresa economica della regione. Quanto all’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione, assicura che le cose stanno andando bene. Ma in Catalogna si vive un’altra giornata di contestazioni con uno sciopero generale proclamato da alcuni sindacati al quale però non aderiscono le sigle principali, presenti invece a mezzogiorno davanti al Comune di Barcellona in segno di protesta. Al centro delle manifestazioni l’incarcerazione dei membri del governo Catalano e dei due giovani leader delle associazioni indipendentiste Omnium e Assemblea nazionale catalana. Ma si sciopera anche per rivendicare migliori condizioni di lavoro e contro il decreto del governo spagnolo che ha facilitato la fuga delle aziende catalane verso il resto della Spagna. Una trentina le strade bloccate in tutta la regione, disagi mie trasporti pubblici in un paese sempre più diviso.