Home Tv Giulia de Lellis denunciata per istigazione alla violenza sugli animali

Giulia de Lellis denunciata per istigazione alla violenza sugli animali

913
CONDIVIDI

Giulia De Lellis, attuale concorrente del Grande Fratello Vip 2- evidentemente basta partecipare come corteggiatrice al programma televisivo “Uomini e Donne” per conquistare il titolo di vip, è stata denunciata per istigazione alla violenza sugli animali e pubblicità occulta dall’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente (AIDAA) per aver indossato e sponsorizzato un paio di ciabatte in pelliccia di volpe di un noto marchio di moda. Nella nota stampa rilasciata da Lorenzo Croce presidente di AIDAA si legge quanto segue:”Un esposto è stato inviato in data 6 novembre 2017 all’autorità Antitrust e alla Procura della repubblica di Roma a firma del presidente nazionale di AIDAA Lorenzo Croce. Nell’esposto a carico dell’attuale partecipante alla trasmissione GRANDE FRATELLO VIP2 Giulia De Lellis si mette in evidenza come la signora De Lellis faccia pubblicità occulta a ciabatte con pelliccia di un noto marchio internazionale di moda, in evidente contraddizione con quelle che sono le regole dell’Antitrust in materia di pubblicità televisiva.

Il rischio di emulazione e l’aumento della richiesta di tali tipo di ciabatte con inserti di pelliccia potrebbe portare alla realizzazione di capi contraffatti per i quali si ucciderebbero animali di minor valore economico a partire dai cani per garantire un prezzo accessibile al grande pubblico e questo costituirebbe istigazione al maltrattamento ai sensi dell’articolo 544 del codice penale”

Da un’esperta in tendenze-secondo la sua autodefinizione- non ci si aspettava un comportamento del genere. Evidentemente alla De Lellis non importa che la produzione di pellicce comporti l’uccisione di un numero enorme di animali innocenti nei modi più barbari e agghiaccianti solo per vanità: 54 milioni visoni, 7 milioni di volpi, 350 milioni di conigli, 3 milioni di procioni, 350 mila foche.

Da una che pretende di dettar legge tra ciò che è in e out, stupisce inoltre la beata ignoranza sul fatto che gli stessi grandi stilisti Armani, Stella Mccartney, Vivien Westwood Elisabetta Franchi, Gucci abbiano bandito le pellicce dalla loro collezioni.

Dopo le sue acutissime esternazioni al GF VIP “I figli dei gay diventano gay”, “la capitale dell’Africa é L’Egitto” “la Luna ed il Sole sono pianeti”, ” La torre Eiffel é stata costruita nel 1990 no 70 no 50″, “Chi ha detto Veni, Vidi, Vici!? Mussolini!” sarebbe più proficuo alla nostra arbitra di eleganza, prendere qualche libro in mano, invece di inondare i social con le sue foto da aspirante fashion blogger de noantri, perché le bimbeminkia che la seguono prima o poi cresceranno, e, se non tiene il passo, rischia di restare agli onori della storia come la trash blogger meno acculturata dei social.