Home Cronaca Incidente Monte Rosa: morte due alpiniste per assideramento

Incidente Monte Rosa: morte due alpiniste per assideramento

862
CONDIVIDI notizia
Martina Svilpo e Paola Viscardi
Martina Svilpo e Paola Viscardi

Due alpiniste piemontesi sono morte per assideramento. Le due donne erano dispersi insieme ad un terzo uomo ieri sul Monte Rosa. Le vittime sono Martina Svilpo di 29 anni e Paola Viscardi di 28, mentre Valerio Zolla di 27 anni di Novara, il terzo alpinista che era disperso si è salvato e adesso è ricoverato in ospedale in Svizzera. Martina e Paola non ce l’hanno fatta uccise da una ipotermia severa sulla cima del Monte Rosa. Valerio si è salvato. Due dei tre alpinisti italiani dispersi in Val d’Aosta sono morti mentre il terzo, Valerio gialla di 27 anni di Novara, si è salvato.

Le due alpiniste piemontesi Martina Svilpo 29 anni e Paola Viscardi di 28, entrambe di Verbania, sono morte assiderate uccise dal freddo della tempesta sulla cima del Monte Rosa dopo ore esposte alla tempesta sono morti a rifugio Mantova a 4200 metri. L’escursione dei tre della giornata di sabato è repentinamente cambiata a causa del precipitare delle condizioni meteo in alta quota non lasciando scampo agli alpinisti, che pur avendo mandato una richiesta d’aiuto non sono stati recuperati a causa del maltempo. Un forte vento ha impedito l’elicottero di raggiungere il punto di richiesta d’aiuto, poi le ricerche sono state sospese. Solo la squadra di terra è riuscita a salire in vetta trovando ormai gli alpinisti in condizioni critiche.

Le ragazze sono arrivate al rifugio Mantova ormai in condizioni estreme e nonostante i massaggi cardiaci nel tentativo di rianimarle sono decedute. Il giovane è stato trasportato in ospedale in Svizzera con segni di congelamento, ma le sue condizioni ora non destano grandi preoccupazioni.