Home Cronaca Lucrava sulla vendita dei loculi al cimitero, arrestato un dipendente comunale di...

Lucrava sulla vendita dei loculi al cimitero, arrestato un dipendente comunale di Rieti

147
CONDIVIDI

la notizia

Polizia di Stato
Polizia di Stato

Un dipendente comunale di Rieti, di 57 anni, è stato arrestato per aver tentato di vendere al prezzo di 300 euro due loculi cimiteriali a un ispettore della Polizia su cui non aveva alcun diritto di proprietà. L’agente, in servizio presso la squadra mobile locale, tramite un’agenzia di pompe funebri aveva attivato le pratiche per spostare i resti dei genitori defunti dal cimitero comunale di Vazia a quello di Rieti. Il dipendente comunale, addetto alla gestione del cimitero reatino, aveva proposto di assegnargli due loculi in cambio di denaro e dell’acquisizione dei altrettanti loculi nel cimitero di Vazia, che avrebbe venduto ad acquirenti già interessati. I loculi a Rieti, tuttavia, erano rimasti vuoti per molto tempo e si erano perse le tracce della proprietà. L’addetto ha quindi prodotto una documentazione falsa che riconduceva alla sua nonna defunta la proprietà dei loculi di Rieti e ha contraffatto una concessione per la vendita a terzi dei loculi di Vazia. L’uomo è stato quindi arrestato dai poliziotti della squadra mobile della Questura di Rieti in esecuzione dell’ordinanza emessa dal Gip del tribunale reatino. L’accusa è di istigazione alla corruzione.