Home Cronaca Serie A: Roma e Juve si dividono la posta

Serie A: Roma e Juve si dividono la posta

Due allenatori, due squadre in cerca di identità: un compito, vincere

96
CONDIVIDI

la notizia

Fonseca e Pirlo. Due allenatori attenzionati per il compito chiamati a svolgere. Due situazioni diverse, entrambe complesse.
Il primo, alle dipendenze della nuova proprietà americana, tenuto a non deludere nella gestione di una squadra in ricostruzione, orfana di Zaniolo, fermato da un nuovo infortunio che gli farà saltare la stagione.
Il secondo, al timone di una rinnovata Juve che, con un mercato a bassa intensità, tenterà di vincere il decimo scudetto e proverà a farsi rispettare in una Champions League difficile da afferrare.
Il calendario li ha messi uno contro l’altro alla seconda di campionato. E’ finita pari, 2 a 2 con doppiette di Veretout e del solito Ronaldo, entrambi a segno dal dischetto.
Prevedibile? Per gli amanti delle scommesse, forse sì.
Nessuna delle due squadre poteva farsi male, perchè Pirlo sconfitto avrebbe alimentato pruriti ambientali, mentre Fonseca a zero punti dopo due giornate, sarebbe forse finito sotto processo.
Dal punto di vista del gioco, alcune cose possiamo dirle.
La difesa della Roma è apparsa distratta sul gol di testa di Ronaldo che inganna una linea folta che non riesce ad ostacolare il suo salto atletico. Veretout ha mostrato le sue qualità di fronte ad un centrocampo juventino senza filtri. Rabiot andava sostituito dopo il primo giallo. Insomma, nessun giudizio definitivo è possibile, perché  entrambe sono squadre alla ricerca di identità, ‎con una Roma che forse a centrocampo non è inferiore alla Juve, e con i bianconeri che non sanno coprire abbastanza. Tutto però può ancora succedere .