Home Politica Coronavirus: Giro (FI), in Italia caos da paese incivile

Coronavirus: Giro (FI), in Italia caos da paese incivile

266
CONDIVIDI

la notizia

“Bisogna essere chiari e onesti. In Italia l’emergenza e’ stata affrontata tardi e malissimo”. Lo sottolinea il senatore di Forza Italia, Francesco Giro che parla di “un gran caos da paese incivile”. “Abbiamo fatto passare piu’ di un mese, tutto febbraio e i primi dieci giorni di marzo, senza combinare granche’. E ora dopo una quarantena di oltre un mese ci troviamo pieni di contagiati molti dei quali asintomatici pronti ad infettare gli altri perche’ nessuno si preoccupa di individuarli: pochissime mascherine, non ci sono tamponi e abbiamo in giro tanti test sierologici farlocchi, osserva. “Senza contare ora l’emergenza economica. Mi pare che a nessuno importi nulla. E ultimo dato catastrofico e’ il grande numero di decessi che dimostra innanzitutto la fragilita’ della medicina di territorio che non ha fatto sorveglianza, filtro e cura appropriata nelle primissime fasi di malattia. E anche gli ospedali hanno fatto cio’ che potevano con grandi difficolta’, inventandosi di giorno in giorno come organizzare pronto soccorso e rianimazione. Insomma l’Italia esce a pezzi da questa vicenda. E anche le Regioni, come quelle del Centro Sud, che si esaltano dovrebbero solo ringraziare la fortuna. Loro non hanno avuto l’epidemia violenta come le regioni del nord che – seppur efficienti – sono crollate tranne il Veneto, unica Regione uscita da questa tragedia in modo abbastanza buono”, conclude.