Home Politica Roma: Sidoli (Ape), Raggi vieta rovistaggio e prelievo rifiuti, vuole far fuori...

Roma: Sidoli (Ape), Raggi vieta rovistaggio e prelievo rifiuti, vuole far fuori i poveri

176
CONDIVIDI

“La sindaca Virginia Raggi presentando il nuovo Regolamento di Polizia urbana ha introdotto delle multe per il rovistaggio e il prelievo dei rifiuti, sia da cassonetti e cestini che dai siti di conferimento. Meno male che il M5s doveva abolire la ‘povertà’, in realtà aboliscono direttamente i poveri con delle sanzioni amministrative”. Così in una nota Rinaldo Sidoli, segretario di Alleanza Popolare Ecologista (APE). “Nel nome del decoro urbano l’amministrazione a 5 Stelle lancia un grave schiaffo a chi è costretto per disperazione a cercare tra l’immondizia un pranzo o una cena. La Giunta dimostra di essere allineata alle politiche della Lega di Salvini e di non aver nessun rispetto per chi è rimasto indietro nella Capitale. La Raggi pensi a raccogliere l’immondizia. I cittadini sono costretti a subire la sporcizia anche pagando la tassa sui rifiuti più alta di tutte le altre città italiane. I romani spendono di media 307 euro l’anno di Tari, senza ricevere un adeguato servizio. Ricordiamo che questa politica vessatoria contro i poveri è stata già bocciata poiché ‘la punibilità del reato non sussiste se l’oggetto dell’appropriazione non ha alcun valore economico’”, conclude Sidoli.